A Durban si firmi un post Kyoto

conferenza clima durban

Si sono riuniti oggi a Durban, in Sudafrica, i 195 Paesi membri delle Nazioni Unite per la 17esima Conferenza Onu sui cambiamenti climatici, la Cop17. I punti principali su cui discutere sono: l’approvazione di un accordo definitivo e vincolante per ridurre le emissioni dei gas serra; la proroga del Protocollo di Kyoto, che scade l’anno prossimo, e la proposta di un Fondo per il clima verde. Già dal primo giorno si aprono le polemiche e si delineano posizioni differenti. La posizione dell’Europa è firmare subito un accordo , vincolante a partire dal 2013. Un accordo però che non intendono sottoscrive Cina, Canada, Giappone, Stati Uniti e Russia. Durante lo scorso vertice a Copenaghen, avevo già sottolineato l’importanza di rinnovare il Protocollo di Kyoto, soprattutto da parte dell’Italia, e la necessità di prendere un accordo concreto contro il riscaldamento climatico.

Se questa decisione non sarà presa le conseguenze ricadranno come sempre sui Paesi in via di sviluppo.

È necessario cambiare il nostro modo di produrre energia e investire sulla green economy perché le emissioni continuano ad aumentare e l’unica soluzione per frenarle è utilizzare fonti rinnovabili.

A Durban si decidono le sorti del Pianeta, è il momento della  terza rivoluzione industriale, della convezione verde dell’economia e della società.

| LASCIA UN COMMENTO | |

Tags: , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>