Arte della pizza UNESCO, amica del Clima

pizza Unesco Nizza Alfonso Pecoraro Scanio

Anche a Nizza è stata presentata la petizione per #pizzaUnesco

Dopo Londra e NewYork, oggi l’iniziativa per inserire l’arte della pizza nella “Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità” è arrivata anche in Francia, a Nizza.

Insieme ad Alfonso Pecoraro Scanio, che ha lanciato la petizione su Change.org, la console generale d’Italia a Nizza, Serena Lippi, la rappresentante del Comune di Nizza e una maschera di pulcinella per la vigilia di carnevale.

Durante l’occasione è stato anche ricordato il X anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto e il prossimo summit sul clima che si terrà proprio in Francia, a dicembre, in Parigi.

Le pizze STG (napoletana e margherita) sono pietanze amiche del clima perché vegane e vegetariane. Un motivo in più per sostenere l’arte dei pizzaiuoli napoletani nella lista del patrimonio immateriale mondiale dell’Unesco.

| LASCIA UN COMMENTO | |

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>