Corpo forestale scopre inquinamento da Ogm in Friuli

mais_ogm_monsanto

L’audizione del Capo del Corpo Forestale in Parlamento ha permesso di conoscere il risultato del rigoroso lavoro svolto dal CfS nei campi limitrofi a quelli dove si sono realizzate semine e raccolte illegali di mais OGM.

È la conferma che la coesistenza delle culture Ogm con l’agricoltura Ogm Free non è possibile.

Ora il Governo e la Regione devono intervenire contro i responsabili e sopratutto prendere tutte le misure per impedire altre semine illegali.

L’inquinamento genetico è molto pericoloso per l’ambiente e la qualità dell’agricoltura italiana.

Senza interventi seri, si danneggerà l’unico comparto economico che nell’ultimo anno vede crescere occupazione ed export.

Questo sarebbe da irresponsabili.

| 1 COMMENTO | |

Tags: , , , , , , ,

Una risposta a Corpo forestale scopre inquinamento da Ogm in Friuli

  1. Paolo Borroi scrive:

    Credo che la questione OGM vada presa molto seriamente e vada perseguita nel minor tempo possibile; per la tutela della salute delle persone e per il futuro dei nostri figli.

    Negli anni le vostre campagne hanno certamente sensibilizzato molte persone a queste tematiche, e al Governo avete risolto e introdotto leggi importanti. Purtroppo, ed è un peccato anche se non è il termine corretto, poche persone si occupano attivamente di queste problematiche.
    Troppi quelli che si spacciano “ecologisti” a fini elettorali, ma siamo in Italia.

    Pecoraro Scanio, da esperto qual’è una domanda gliela debbo fare: oggi al Governo cosa stanno facendo in materia di Agricoltura, Foreste, Terra, Aria, Acqua? Energie rinnovabili ed eco sostenibilità ; perché non si sente più parlare di queste problematiche.

    Personalmente mi occupo di marketing turistico e particolarmente dello sviluppo, anche qui sostenibile, delle destinazioni. Lei che insegna anche Turismo a Roma e Milano; non pensa, come penso io, che l’eco-turismo sostenibile e il turismo rurale possano essere “gruppi marketing” molto importanti per la valorizzazione delle tradizioni e la promozione di un territorio?

    Bravo Pecoraro Scanio, complimenti, continui così.

    Paolo Borroi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>