Il 18 aprile: SOS rinnovabili

ISB 54.412.787

Mercoledì 18 mattina alle 11 in piazza Montecitorio, di fronte alla Camera dei Deputati, le tante associazioni dei produttori di energia rinnovabile hanno deciso di manifestare contro i decreti del governo che tagliano gli incentivi e aumentano gli ostacoli burocratici per il solare e le altre fonti di energia rinnovabile.

Sembra paradossale ma, mentre si parla di aumentare l’occupazione, si danneggia un settore che in pochi anni ha creato oltre 100.000 nuovi posti di lavoro.

Un settore che, compreso l’indotto, occupa circa 150.000 persone.

Non si blocca chi specula sulle rinnovabili, azione che sarebbe giusta, ma si paralizzano invece tanti produttori e installatori corretti che andrebbero invece formati e indirizzati verso prodotti e servizi di qualità, verso la massima trasparenza e correttezza nei confronti dei consumatori.

La conferenza Stato Regione può ancora intervenire per modificare le storture più evidenti dei decreti del governo.

Lo stesso esecutivo, che negli stessi decreti propone un obiettivo ambizioso di produzione di energia da fonti rinnovabili per il 2020, deve aprire un rapido ed efficace confronto con il settore per evitare anche errori tecnici madornali nella stessa scrittura dei testi.

Il Parlamento può e deve intervenire per difendere un comparto dell’economia innovativa del Paese.

Io personalmente risponderò a questo SOS e parteciperò a questa manifestazione e spero che in tanti lo facciano.

 Rassegna stampa:

 

 

 

 

| LASCIA UN COMMENTO | |

Tags: , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>