Camerota, mare e grotte per un turismo sostenibile in Cilento

IMG-20200914-WA0013

Tappa di Mediterraneo da remare al Villaggio Touring Club e poi con canoisti e speleologi in spiaggia e nella grotta dei Neanderthal

Si è svolta a Camerota (SA) la nuova tappa di Mediterraneo da remare #PlasticFree, sbarcata al Villaggio Touring Club e sulla spiaggia di Marina di Camerota di fronte alla grotta della Cala dove il Comune e l’associazione Tetide hanno ospitato un altro momento della campagna nazionale itinerante promossa dalla Fondazione UniVerde in collaborazione con Marevivo e con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

“L’obiettivo di Mediterraneo da remare è quello di incoraggiare la transizione dai vecchi modelli turistici a un turismo sostenibile e responsabile sui litorali marini, anche con la promozione della campagna #IoViaggioItaliano. Occorre contrastare l’inquinamento da plastiche nei mari, soprattutto in questo momento in cui l’emergenza sanitaria sta creando nuovi rifiuti come mascherine e guanti monouso, e rilanciare la rete di comuni e strutture plastic free affinché le nostre spiagge e i nostri mari non diventino discariche a cielo aperto”.

Lo dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, che in occasione della tappa cilentana ha compiuto un’escursione in canoa di fronte al villaggio del Touring con Carmine Esposito, Responsabile della Delegazione Regionale di Marevivo Campania, e con altri partecipanti alla ricerca di plastiche nel mare, e rilanciato la campagna Mediterraneo da remare anche con il Direttore del Touring Club di Marina di Camerota, Francesco Quinto.

Mediterraneo da remare è poi sbarcato sulla spiaggia marina delle barche di Marina di Camerota proprio vicino alla grotta della Cala ricevuti dal Sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta e dall’Assessore alla Cultura e al Turismo, Teresa Esposito con la partecipazione di Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburn, del Presidente dell’Associazione Tetide, Francesco Maurano, del C.F. Antonio Giummo, Comandante in seconda della Capitaneria di Porto di Salerno, del delegato regionale di Marevivo Carmine Esposito e dei canoisti e canottieri della Polisportiva Cilento A.S.D.

Dopo l’evento, Pecoraro Scanio con il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e gli speleogi ha visitato la suggestiva Grotta della Cala, uno dei siti preistorici più importanti al mondo, frequentate in epoca preistorica da gruppi di Neanderthal e di antichi Sapiens.

“Ringrazio il Comune di Camerota e l’associazione speleologica Tetide per aver organizzato una tappa speciale di Mediterraneo da remare, anche in vista della Speleo Kamaraton 2021 e per la visita in questa splendida grotta.Il ruolo delle realtà sportive e dell’attivismo civico è importante per diffondere le azioni di rispetto delle nostre bellezze naturali, soprattutto in un parco nazionale come quello del Cilento”.

 

| LASCIA UN COMMENTO | |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>