Mediterraneo da remare 2019 al Porto Turistico di Roma. Pecoraro Scanio: “Aumentare i punti acqua in città significa contribuire a promuovere la cultura #PlasticFree”.

MDR2019 #PlasticFree - Porto Turistico di Roma

(ROMA, 26 luglio 2019) “Abbiamo acqua potabile di ottima qualità, occorrerebbe per questo incentivare l’installazione di nuovi punti di distribuzione, ad esempio nelle varie aree urbane della Capitale. Si potrebbe così incoraggiare, da una parte, la cultura del risparmio e della valorizzazione dell’acqua e, dall’altra, dissuadere i cittadini dall’acquisto o dall’utilizzo di bottiglie di plastica, di cui siamo i maggiori consumatori al mondo, promuovendo invece l’impiego di borracce in alluminio pensate appositamente per l’uso ripetuto”. Lo ha dichiarato il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, nel corso della tappa di Mediterraneo da remare 2019 #PlasticFree che si è svolta ieri al Porto Turistico di Roma.

All’iniziativa è intervenuto Donato Pezzuto, Amministratore giudiziario del Porto Turistico di Roma, che ha ricordato una serie di iniziative con cui la struttura sta cercando di ridurre il proprio impatto ambientale: dall’avvio della raccolta differenziata, alle campagne di sensibilizzazione rivolte agli utenti e alla cittadinanza, fino all’installazione del dispositivo che raccoglie i rifiuti plastici in mare, contribuendo alla diminuzione dell’inquinamento.

Gianfranco Amendola, già Magistrato ed esperto in normativa ambientale, ha ricordato che per realizzare la vera economia circolare “occorre investire sull’educazione. Spetta alla cultura, e alla sensibilità dei giovani, il coraggio di intervenire per attenuare il consumo di plastica”.

L’ex Ministro dell’Ambiente ha poi ringraziato la Guardia Costiera per il quotidiano impegno a protezione dell’ambiente e, in particolare, si è congratulato con il Capitano di Vascello (CP) Filippo Marini, Comandante della Capitaneria di Porto di Roma per l’altissima sensibilità ambientale e la professionalità dimostrate nel promuovere e coordinare le azioni necessarie per la rimozione dei relitti affondati nel fiume Tevere e il conseguente recupero del suo delicato ecosistema.

“Il compito istituzionale della Guardia Costiera è quello di vigilare costantemente affinché venga garantita la tutela dell’ambiente. È importante essere presenti in mare e sui territori per dare risposte concrete ai cittadini, e per raggiungere questo obiettivo l’educazione alla difesa del mare è fondamentale” ha commentato il Capitano di Vascello (CP) Filippo Marini.

Alessandro Ieva, Assessore all’Ambiente, Territorio e Sicurezza del X Municipio di Roma Capitale, ha portato alla platea i saluti di Giuliana Di Pillo, Presidente del Municipio, ricordando che “il Municipio di Ostia ha deciso di portare avanti una strategia plastic free, anche con piccoli interventi, come quello di installare fontanelle nelle spiagge libere”.

Da parte sua, Daniele Diaco, Presidente della Commissione Ambiente dell’Assemblea capitolina, si è complimentato per l’iniziativa sottolineando che “oggi è più che mai fondamentale percorrere un’altra strada, alternativa alla plastica. Come Amministrazione cerchiamo di invertire la rotta per un futuro ecosostenibile”. Esortando i giovanissimi allievi della scuola vela della Lega Navale Italiana – Sezione Lido di Ostia ad utilizzare le borracce in luogo delle bottiglie di plastica, ha inoltre ricordato il progetto del Comune di Roma che prevede di rendere plastic free una scuola d’infanzia per ogni Municipio.

Al termine dell’incontro, si è svolta una remata simbolica con canoisti e canottieri della Lega Navale Italiana – Sezione Lido di Ostia, del Tognazzi Marine Village ASD e della Federazione Italiana Canoa e Kayak per promuovere l’uso di canoe e barche a vela e sensibilizzare al contrasto dell’inquinamento da plastica nei mari. Media partner dell’evento: TeleAmbiente e GreenStyle. All’iniziativa ha inoltre preso parte la sezione salvamento della Federazione Italiana Nuoto.

Mediterraneo da remare è la campagna nazionale di sensibilizzazione alla tutela degli ecosistemi marini, lacustri e fluviali, promossa dalla Fondazione UniVerde in collaborazione con Marevivo e con l’adesione della Guardia Costiera, con la partnership tecnica della Federazione Italiana Canoa e Kayak e con la main partnership di Castalia Consorzio Stabile S.C.p.A. L’ambizioso obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere una riconversione e una rivoluzione culturale che possano guidare la collettività a ritornare in sintonia con Madre Terra, a partire dai piccoli gesti quotidiani.

Prossimi appuntamenti della campagna: oggi, venerdì 26 luglio, a Marina di Casal Velino (SA), presso il Lido Marrakech, martedì 30 luglio tappa a Brindisi.

| LASCIA UN COMMENTO | |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>